Stadt Creglingen

Seitenbereiche

Stadt Creglingen im Main-Tauber-Kreis
english version   Deutsche Version   Italienische Version   Niederländische Version
Icon Facebook

Volltextsuche

Navigation

Weitere Informationen

Tourist Information

Ms. Jutta Weber

Hauptstraße 29
97993 Creglingen
GERMANY

Fon: (+49)7933 631
Fax: (+49)7933 7006944
Mail to

Seiteninhalt

Attrazioni da vedere nei dintorni di Creglingen

Chiesa del Signore (Herrgottskirche) con l’altare della Vergine, un’opera di Tilman Riemenschneider

La cappella fu costruita da 1384 a 1389. Una volta era un santuario assai importante. Oggigiorno il santuario è domicilio di quattro altari, tra cui l’altare famosissimo della Vergine creato dal più conosciuto scultore medievale Tilman Riemenschneider. Quest’opera d’arte celebre, lo fece tra 1505 e 1510.
Per informazioni addizionali:
Ufficio parrocchiale luterano di Creglingen
Kirchplatz 2
97993 Creglingen
Telefono: 07933 508
Fax: 07933 20032
E-Mail
Homepage

Museo del ditale, Creglingen

Fino all’invenzione della macchina da cucire il ditale era un attrezzo da lavoro indispensabile difficile da fabbricare. Nello stesso tempo esso rappresentava un gioiello per il ceto elevato. Qualche ditale decorativo oggigiorno è diventato molto pregiato. A Creglingen vengono prodotti ancora oggi dei nuovi ditali decorativi da essere spediti dopo ai collezionisti nel tutto il mondo.

L’esposizione nel museo comprende ca. 3000 ditali ed altri utensili da cucire.

Per informazioni addizionali:
Kohlesmühle
97993 Creglingen
Telefono: 07933 370
Fax: 07933 443
E-Mail
Homepage

Museo ebreo a Creglingen

La mostra con foco culturale e sociale “Wurzeln und Wege” (origini e destini) fa rivivere l’evoluzione della popolazione giudaica di due comuni rurali nella valle della Tauber dall’inizio del settecento fino a 1939. L’esposizione divisa in tre parti descrive le radici e le particolarità del comune ebraico a Creglingen e Archshofen, la storia e il destino della sua gente e la conservazione del ricordo di un passato comune.

Un libro commemorativo delle vittime del pogrom nel 1933 manifesta di modo persuasivo la ripercussione della persecuzione razziale esercitata dall’ideologia nazionalsocialista sulla vita della gente ebrea.

Il museo giudaico è anche luogo d’incontro tra la cultura tedesca e quella ebraica: Ci vengono organizzate manifestazioni culturali intese a promuovere la comprensione e la riconciliazione tra le due etnie.

Per informazioni addizionali:Homepage

La torre “Lindlein” a Creglingen

Questo micro-museo in una delle torri che faceva parte della cinta fortificata medievale di Creglingen illustra la storia mutevole dell’edificio anziano e della sua ultima residente Margarete Böttiger, che ci viveva per più di sei decenni. Col suo arredamento di un secolo fa, la torre rende testimonianza del modo di vita dei nostri antenati.

Visita guidata (al presente) solo disponibile in lingua tedesca.

L’antica chiesa conventuale di Frauental

Accanto a Creglingen nella valle del fiume Steinach una volta era situato un solitario convento cluniacense fondato dai Signori Konrad e Gottfried di Hohenlohe-Brauneck nell’anno 1232. L’edificio fu costruito in forma di chiesa di sotto et di sopra portando (così) ad un effetto acustico straordinario per cui la fama della chiesa.
All’epoca della Riforma il convento si estinse, un'altra parte fu distrutta nella guerra dei contadini. La mostra intitolata “Vom Kloster zum Dorf” (“dal convento al villaggio”) esemplifica lo sviluppo culturale di un villaggio alla base di un monastero.

Da vedere nella chiesa:

 

  • la suddivisione architettonica dell’edificio in chiesa di sopra e di sotto
  • la volta a crociera della chiesa di sotto
  • il fonte battesimale barocco, pietre tombali, l’arco al di sopra dell’altare
  • mummie

Da marzo ad ottobre: da mercoledì a sabato dalle 14.00 alle 17.00
Per visita in gruppo chiamate 07933 203544 o 07933 203502

Per informazioni addizionali rivolgersi a: Ufficio parrocchiale luterano di Freudenbach97993 CreglingenTelefono: 07933 502Fax: 07933 20015E-MailHomepage

Museo dei vigili del fuoco, Castello di Waldmannshofen

Il museo si trova in un vecchio castello circondato di fossato. Documenta la storia della tecnologia antincendio nel corso dei due secoli scorsi: pompe antincendio, collezione internazionale di caschi di pompiero, vari francobolli con motivi di vigili del fuoco, attrezzatura da estinguere il fuoco, etc.

Per informazioni addizionali:
Il museo è aperto ogni giorno dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00.
Per informazioni addizionali rivolgersi a Signora Henn, Telefono: 09335 674 o Fax: 09335 1883
E-Mail
Homepage

Fortificazione celtica di Burgstall Finsterlohr

Nella cerchia della città di Creglingen i celti ci hanno lasciato una zona d’insediamento di 112 ettari. Finora è uno degli areali più grandi a nord delle Alpi.

Usufruendo di un sito protetto a tre lati su un alti piano sopra la valle della Tauber, i celti lo circondarono di un muro di cinta che si estende più di 5 km. Siccome la fianca occidentale era particolarmente a rischio, fu rinforzata con un sistema consistente di fossa ed argine che anzi dopo duemila anni è ancora oggi ben visibile. Un segmento del muro a ,montanti intagliati e stato ricostruito conforme all’originale. Si valuta che l’insediamento fosse fondato nel primo o secondo secolo a.C. Esiste un sentiero circolare attraverso l’oppidum (ciò che significa “citta” nella lingua celtica), che inizia alla scotola.

Per informazioni addizionali:
Homepage

Scotola restaurata vicina a Burgstall

Per produrre tessuti allora, ci esistevano sia la lana, oppure, come alternativa vegetale la più importante, il lino.
Si volevano innumerevoli procedimenti per ottenerne della fibra. Gli utensili necessari durante questo processo sono esposti al museo; è situato in una casetta eretta nell’anno 1780 e che serviva come scotola fino a 1926.

Per informazioni addizionali:
Homepage

La cappella “Ulrich” a Standorf

Questa cappella si distingue per la sua pianta ottagonale del coro, dove si riflette presumibilmente un influsso orientale. Il suo fondatore supposto, Konrad von Hohenlohe-Brauneck, prese parte alla crociata dell’anno 1228/1229, e si crede che era lui da essere ritornato con l’impulso a costruire la cappella. Gli stalli da coro in rovere risalgono dall’anno 1569.

Altre curiosità da non perdere: varie pietre tombali, crocefisso.

Per informazioni addizionali:
Homepage

Impressione

Weitere Informationen

Tourist Information

Ms. Jutta Weber

Hauptstraße 29
97993 Creglingen
GERMANY

Fon: (+49)7933 631
Fax: (+49)7933 7006944
Mail to